image

La Lumaca Romana

Allevamento:Via Strada della costa 22 Borgo Sabotino LT Sede Legale :Via Ennio Visca 60 Nettuno RM

Lun - Sab 9.00 - 19.30

Domenica Chiuso

Burocrazia

Burocrazia

Da un punto di vista burocratico, l’elicicoltura è considerata un’attività agricola; per la realizzazione degli impianti è necessario iscriversi al Registro delle Imprese Agricole presso la Camera di Commercio, aprire una partita IVA e il Conto fiscale, iscriversi a INPS.

È poi opportuno informarsi presso la propria ASL di appartenenza relativamente a tutte le procedure igienico-sanitarie che devono essere rispettate nel caso di un allevamento elicicolo.

Approfondimenti

Questo contributo vuole fare un po’ di luce sull’iter da seguire per poter avviare un allevamento di lumache.

Molto spesso in Italia è proprio la BUROCRAZIA, quel “gigantesco meccanismo azionato da pigmei”, così descritto da Honoré de Balzac, che disincentiva l’apertura di nuove attività.

Da un punto di vista fiscale, l’elicicoltura è considerata un’attività agricola;

Ma qual’e’ l’iter da seguire per mettersi in proprio ed aprire un allevamento di lumache?

1.      Aprire la Partita Iva presso una delle sedi dell’Agenzia delle Entrate

Quando decidiamo di aprire la Partita Iva dobbiamo comunicare all’Agenzia delle Entrate la tipologia di attività che intendiamo svolgere.

Dal 1° gennaio 2007 infatti l’indicazione del proprio ambito di lavoro avviene in base a una tabella di classificazione delle attività economiche chiamata Ateco.

Questo codice identificativo viene fornito all’apertura di una nuova attività e ne rende possibile la classificazione a livello contributivo.

Al momento dell’apertura della partita Iva, infatti, dovremo selezionare la casella corrispondente al nostro lavoro secondo questo codice di classificazione.

Primo problema! E dov’è l’allevamento di lumache?

Ebbene si, non c’è in quanto essendo un’attività inusuale il nostro codice, cari aspiranti elicicoltori, è lo 01.49.90 o meglio “Allevamento di altri animali nca’’… quindi ogniqualvolta vi richiedono il vostro codice attività, sappiate, che è lo 01.49.90!

L’iscrizione nel Registro Imprese

L’iscrizione è obbligatoria per gli imprenditori individuali e gli imprenditori agricoli/coltivatori diretti. Essa può essere effettuata con o senza inizio attività a seconda delle esigenze. Il consiglio che mi sento di darvi e quello di utilizzare la tipologia di ditta individuale in quanto è la forma più semplice e meno onerosa.  Per maggiori informazioni vi consiglio di rivolgervi ad un commercialista. Comunicare allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) l’inizio attività (SCIA).

Per maggiori informazioni su che cosa è lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) basta accedere al link: http://www.informagiovani-italia.com/Sportello%20unico.htm

Prossimamente sul questo blog, grazie al supporto del responsabile del SUAP  di Prossedi e alla disponibilità del Comune, sarà online anche una mini-guida  per una corretta compilazione della SCIA per chi intende aprire un allevamento di lumache.

Iscrizione all’INPS per il pagamento dei Contributi artigiani e commercianti.

Già da alcuni anni per l’apertura dell’attività è stato introdotto il modello di “Comunicazione Unica” da presentare all’Ufficio del Registro delle imprese, per via telematica.

La comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al Registro delle imprese e dove sussistano i presupposti di legge ha effetto ai fini previdenziali, assistenziali, fiscali nonché per l’ottenimento del codice fiscale e della partita IVA.